Irsutismo: cosa può causarlo e come si può rimediare

L’irsutismo rappresenta una condizione dermatologica che può avere un impatto significativo sull’autostima e sulla percezione del proprio corpo, particolarmente per le donne.

Questo disturbo si manifesta con una crescita eccessiva di peli sul viso, sul petto, sulla pancia e su altre aree del corpo dove di solito le donne non hanno peli visibili.

È un problema che può derivare da varie cause, tra cui squilibri ormonali, l’uso di certi farmaci, e può talvolta segnalare condizioni mediche sottostanti più serie.

Senza una terapia mirata che vada ad agire sulle cause sottostanti dell’irsutismo, la crescita eccessiva dei peli sul viso potrebbe manifestarsi nuovamente nel tempo.

Pertanto, oltre a intraprendere eventuali trattamenti epilatori permanenti (al riguardo suggeriamo l’articolo di lasermilano.it per farsi un’idea circa il costo del laser medicale), è consigliabile consultare un professionista medico per individuare e affrontare le cause sottostanti dell’irsutismo, al fine di ottenere risultati più duraturi e soddisfacenti nel trattamento di questa condizione.

In questa guida, vediamo più nel dettaglio quali sono le cause dell’irsutismo e in che modo contrastarlo con le giuste opzioni di trattamento.

Le cause dell’irsutismo

L’irsutismo può essere scatenato da diversi fattori, alcuni dei quali includono l’assunzione di farmaci come gli ormoni androgeni e il cortisone.

Questi farmaci possono alterare l’equilibrio ormonale del corpo, provocando una crescita eccessiva dei peli. Tuttavia, è importante notare che, sebbene l’irsutismo sia disturbante dal punto di vista estetico, non è sempre il segnale di una malattia.

In alcuni casi, è possibile effettivamente indicare la presenza di condizioni più gravi, come la sindrome dell’ovaio policistico, un comune disturbo endocrino che colpisce le donne in età riproduttiva, o il morbo di Cushing, una condizione che colpisce le ghiandole surrenali e può causare ipertensione.

Nella maggior parte dei casi, l’irsutismo è legato a uno squilibrio ormonale e viene classificato come “idiopatico“. Questo termine indica che il disturbo si presenta senza una causa specifica identificabile e può essere più comune durante periodi di fluttuazione ormonale, come l’adolescenza o dopo la menopausa.

Cosa fare in presenza di peluria sospetta?

Di fronte a una crescita eccessiva di peli, il passo più importante è consultare un medico per un controllo. Solo un’accurata diagnosi può rivelare se l’irsutismo è un sintomo di una condizione medica sottostante o se è dovuto ad altri fattori. Questo approccio consente di individuare il trattamento più adatto al caso specifico.

Opzioni di trattamento

Le opzioni di trattamento per l’irsutismo sono varie e dipendono strettamente dalle cause sottostanti del disturbo. Approcciare il problema in modo mirato permette di ottenere i migliori risultati possibili, riducendo l’impatto dell’irsutismo sulla qualità della vita.

Il trattamento delle condizioni sottostanti:

  • Sindrome dell’Ovaio Policistico (PCOS): in caso di irsutismo causato dalla sindrome dell’ovaio policistico, il trattamento può includere farmaci come la pillola anticoncezionale, che aiuta a regolare il ciclo mestruale e riduce la produzione di androgeni. Metformina e altri farmaci possono essere prescritti per gestire l’insulino-resistenza associata alla PCOS.
  • Morbo di Cushing: se l’irsutismo è legato al morbo di Cushing, il trattamento mirerà alla causa di questo squilibrio ormonale, che può includere la chirurgia per rimuovere eventuali tumori surrenali o ipofisari.

Trattare queste condizioni è compito esclusivo del medico e degli specialisti come la ginecologa nel caso della sindrome dell’ovaio policistico. Il trattamento farmacologico può essere prescritto esclusivamente da loro sulla base di una corretta diagnosi.

Oltre alla terapia farmacologica sé necessaria, esistono dei metodi estetici per la rimozione dei peli che possono essere eseguiti per ridurre il problema. Nello specifico è possibile optare per:

  • Epilazione Laser: questo trattamento utilizza la luce laser per distruggere il follicolo pilifero. È particolarmente efficace sui peli scuri e richiede diverse sedute per ottenere risultati duraturi. Non è universalmente efficace per tutti i tipi di pelle e colore dei peli.
  • Luce Pulsata Intensa (IPL): simile all’epilazione laser, l’IPL utilizza una luce a banda larga che viene assorbita dal pigmento del pelo, distruggendo il follicolo. Anche qui, sono necessarie più sedute e i risultati possono variare in base al tipo di pelle e colore dei peli.

Infine, l’adozione di uno stile di vita sano, che includa una dieta equilibrata e attività fisica regolare, può aiutare a gestire condizioni sottostanti che portano a soffrire di irsutismo. L’importante è capire sempre il motivo scatenante questa situazione e ottenere un supporto ottimale dal proprio medico o dallo specialista al quale ci si rivolge.

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy